Come assegnare la spedizione a Parma Consegne (fuori dalle tangenziali, provincia, corriere Italia)

Non appena ricevuto l’ordine e verificata la disponibilità del prodotto da inviare (altrimenti ricordatevi di contattare subito l’acquirente per informarlo di eventuali ritardi)
è importante seguire quanto riportato di seguito per effettuare l’invio senza errori.

1) Contattare Parma Consegne inoltrandogli via mail all’indirizzo parmaconsegne@parmaconsegne.it copia dell’ordine che avete ricevuto da Parmaopen.it.
Per avere conferma della ricezione potete contattare Parma Consegne anche via whatsapp o telefonicamente al: 3319151238

Parma Consegne vi invierà un modello di DDT (Documento di Trasporto/Lettera di Vettura) da compilare e stampare in 3 copie.

2) Stampa lettera di vettura (DDT)

3) Preparazione etichetta

Sul pacco dovrete apporre, in maniera chiara e ben visibile, l’etichetta con indicate le informazioni del destinatario (in grande) e del mittente (in maniera leggermente meno evidente in modo da non confondere il vettore che si occuperà poi della consegna).
Verificate che i dati siano completi, in particolare di numero civico, il corriere si basa sulla lettera di vettura e appone un proprio codice al pacco, ma per evitare sorprese siate chiari in questa fase. Solitamente l’etichetta si appone sulla parte alta del pacco, ma è possibile metterne una seconda sul lato dello stesso.

Di seguito è possibile scaricare un’etichetta generica, da poter compilare in word (o altro applicativo tipo office), stampare e poi applicare con nastro adesivo o colla sul pacco.

Se i pacchi diventano tanti vale la pena considerare l’acquisto di etichette personalizzate in cui far risaltare il proprio logo e già adesive per velocizzare stampa ed etichettatura.

>> SCARICA QUI IL MODELLO DI ETICHETTA <<
(foglio A4 con due etichette compilabili, formato word)

4) Imballaggio

L’imballaggio è una fase fondamentale della spedizione e bisogna fare molta attenzione, in base al tipo di prodotto che si vuole spedire, a quelle che sono le precauzioni minime da applicare per far arrivare il prodotto a destinazione integro. Segui comunque sempre i consigli degli esperti di Parma Consegne che sapranno indicarti, in base al contenuto del pacco, le soluzioni migliori.

Dovrai fare attenzione a:

  1. L’imballaggio esterno: scatola, busta, lettera, l’importante è che sia adeguata al contenuto, ricordandosi che sarà la parte che avrà a che fare con i camion e i magazzini. Scegliere il giusto equilibrio tra leggerezza e robustezza.
  2. L’imballaggio interno:è tutto quello che andrà messo tra l’imballaggio esterno e il prodotto per ammortizzare eventuali urti e tenere saldo all’interno il prodotto.
    Se un prodotto non è ben fermo all’interno del pacco anche senza colpi e senza movimenti bruschi potrebbe essere rovinato.
  3. Il  tipo di merce: ogni oggetto ha differenti misure, fragilità e peculiarità, pertanto, l’imballaggio esterno dovrà essere commisurato al contenuto. Se l’oggetto è particolarmente fragile, meglio abbondare con le protezioni interne. Potrebbe essere più costoso dover affrontare un reso ed un rimborso.

La scatola di cartone classica è sempre il miglior imballaggio esterno per una spedizione commerciale. Il cartone infatti è al contempo sia un materiale resistente che flessibile, capace di sopportare il peso degli altri colli e di reggere agli urti che un pacco subisce durante il suo viaggio. Inoltre, la forma regolare permette alle aziende di spedizioni di poter stoccare in modo preciso e ordinato tutte le merci. Ogni prodotto ha i “suoi” materiali di imballaggio: meglio evitare ad esempio il polistirolo su oggetti elettronici o che potrebbero avere fessure in cui parti dell’imballaggio potrebbero infilarsi. Meglio schiuma o imballaggi a bolle.

Alcuni oggetti piccoli potrebbero essere inviati utilizzando una busta. Fate attenzione in questo caso, ad esempio, alla possibilità che la stessa possa essere piegata. Meglio inserire all’interno due fogli a onda di cartone per evitare indesiderate piegature.

Infine il nastro adesivo: cerca di bilanciarne bene l’utilizzo. Il nastro deve sigillare il pacco e renderlo difficilmente apribile durante il viaggio, ma deve comunque essere aperto facilmente quando arriva a destinazione. Evitare comunque eccessivi giri di nastro intorno al pacco e preferire nastri adesivi anti-effrazione.

Ricordiamo che i corrieri, se non diversamente specificato, non rispondono di eventuali smarrimenti/furti della merce.

5) Consegna a Parma Consegno

Se hai completato i passaggi qui sopra ti basterà ora attendere l’arrivo del corriere che ritirerà il pacco e lo consegnerà (sul territorio parmense) o lo porterà al centro di smistamento per l’invio definitivo al destinatario. Ricorda, non appena il corriere avrà ritirato il pacco, di informare il cliente dell’avvenuto invio. Lo puoi fare via mail o attraverso la tua dashboard inserendo una nota per il cliente.

E cambiando lo stato dal menù a tendina a “Consegna in corso” (vedi foto)

In questo modo saprà sempre dove si trova il pacco e potrà farsi trovare all’arrivo del corriere.